Stalking:quando l’amore diventa violento. Venerdì il convegno promosso dall’Assessorato alla Cultura

Si terrà venerdì 19 novembre, alle ore 10.00, presso la sala conferenze della biblioteca comunale di Casoria – via Aldo Moro 26 -, il convegno dal titolo “Stalking: quando l’amore diventa molesto”.

L’iniziativa, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Casoria e dall’Anci Campania, rientra nel più ampio progetto: Città amiche del benessere psicologico, che vede i Sindaci della Campania impegnati, insieme agli psicologi, a riflettere su cosa le amministrazioni locali possono fare per il benessere dei propri concittadini.

Cento ottantacinque città della regione, con la generosità di trecento psicolgi aderenti all’Ordine della Campania, hanno accolto il progetto sostenendo un tema di riflessione e di approfondimento.

Il convegno vedrà i saluti del Sindaco della città di Casoria Stefano Ferrara, del Presidente del Consiglio Comunale Emilia Navas, dell’Assessore alla Cultura e Politiche Giovanili Giuseppe Notaro, del Consigliere Comunale Luisa Marro e del Presidente dell’Ordine Psicologi Raffaele Felaco; mentre gli interventi saranno a cura degli psicoterapeuti Mariateresa Coppola e Pasquale Fallace e dell’avvocato Antonio Alfiero.

«L’incontro – spiega l’Assessore Giuseppe Notaro -, è destinanto alla cittadinanza tutta, con particolare riferimento, a studenti, docenti e genitori delle Scuole Medie di secondo grado del territorio. Esso, si propone di  affrontare il delicato argomento dello stalking e delle molestie sessuali proponendo una metodologia interattiva di lavoro in cui, dopo una stimolazione diretta attraverso la proiezione di un cortometraggio, si raccoglieranno le sensazioni, le emozioni, le esperienze degli intervenuti e si risponderà alle loro domande. Si intende in questo modo – continua Notaro -, approfondire le conoscenze sulla tematica dello stalking, stimolando la partecipazione attiva dei partecipanti con l’obiettivo di accrescere la consapevolezza delle proprie risorse risolutive sul piano individuale e collettivo».

Share This Post

Post Comment