Il Sindaco Fuccio: “Spending review ed efficientamento della macchina amministrativa”

Per il Comune risparmi fino a 40mila euro l’anno tra gettoni e rimborsi.
È stato approvato a maggioranza nella giornata di ieri dal Consiglio comunale di Casoria il nuovo regolamento che disciplina il funzionamento delle Commissioni consiliari e riduce il numero di componenti per organismo. Quattro in tutto le Commissioni, ognuna formata in media da sei componenti invece dei diciassette previsti dal vecchio regolamento.

Per il sindaco Pasquale Fuccio “si tratta di un’importante innovazione che comporterà una evidente riduzione dei costi legata ai rimborsi lavorativi e ai gettoni di presenza, con un contestuale efficientemento della macchina amministrativa”.
“Mediamente – spiega Fuccio – il Comune risparmierà ogni anno fino a 40mila euro. Efficienza ed economicità sono le direttrici lungo le quali ha scelto di muoversi l’Amministrazione che mi onoro di guidare. Peraltro, il regolamento appena approvato prevede che le Commissioni siano convocate preferibilmente nel tardo pomeriggio, il che agevola anche la partecipazione di un numero maggiore
di consiglieri alle sedute”.
Per il Sindaco “non era più possibile assistere a sedute di commissione con diciassette persone, praticamente dei mini consigli comunali caotici ed improduttivi, che servivano solo a determinare un aggravio di spesa per l’Ente comunale”.
“La proposta della maggioranza, che limita mediamente a sei il numero dei componenti per ciascuna Commissione, trova supporto nella più recente giurisprudenza – spiega invece il presidente del Consiglio comunale, Nicola Laezza – secondo cui il criterio della rappresentatività si ritiene soddisfatto nel rispetto delle proporzioni numeriche dei due schieramenti, di maggioranza e
di minoranza”.
“Le innovazioni proposte – dichiara Gianluca Cortese del gruppo “Insieme per Casoria” – assicurano il diritto di partecipazione ai lavori delle Commissioni da parte di ciascun consigliere comunale, mantenendo così intatto il diritto di prendere parte ai lavori degli organismi consiliari, anche di quelli di cui non si fa parte, pur senza diritto di voto”.
“I cittadini chiedono più efficienza e meno spesa – conclude il sindaco Fuccio – questo provvedimento è in linea con il comune sentire della
popolazione casoriana. È al popolo, ai nostri concittadini, che dobbiamo dar conto, ciò che abbiamo messo in campo permetterà di accelerare i processi amministrativi e varare rapidamente provvedimenti che possano innalzare gli standard di vivibilità della città”

Share This Post

Post Comment