OMICIDIO BARISTA, CHIESTI AL PREFETTO NUOVI PRESIDI PERMANENTI E AIUTI ALLA FAMIGLIA

Questa mattina il Sindaco, Enzo Carfora, accompagnato dall’Assessore alla Sicurezza, senatore Tommaso Casillo e dall’Assessore alle Politiche Sociali, Luisa Marro, hanno incontrato il Prefetto di Napoli, Andrea De Martino, per fare il punto sulle azioni in materia di ordine pubblico da intraprendere a seguito dell’omicidio  di Andrea Nollino, barista fortuitamente ucciso, ieri mattina, mentre era intento ad aprire il suo bar in Largo S. Mauro, in pieno centro storico. Pungolato dai Rappresentanti istituzionali casoriani, il Prefetto ha preso atto della grave situazione di insicurezza che da troppo tempo investe la città.

“Abbiamo rapportato al Prefetto uno stato di cose davvero preoccupate dal punto di vista dell’ordine pubblico – afferma il Sindaco, Carfora – chiedendo che vengano istituiti nuovi

presidi permanenti, e non temporanei, di Forze dell’Ordine sul territorio. Non è possibile continuare a combattere con la criminalità una lotta impari con mezzi limitati e pochi uomini.”

 

“Siamo stanchi di fare la conta di vittime innocenti in città – prosegue Enzo Carfora – dopo Stefano Ciaramella e Antonio Coppola, oggi Andrea Nollino. Adesso è arrivato il momento che la città ferita reagisca e con essa si mobilitino le forze sane; con in testa l’Amministrazione comunale.”

“Per ottenere risultati contro la criminalità è necessario compiere sforzi congiunti da parte di tutti i soggetti istituzionali competenti – afferma l’Assessore alla Sicurezza, Casillo – episodi come l’omicidio di Andrea Nollino umiliano la dignità dei casoriani onesti e le azioni che questa Amministrazione sta compiendo. Tra questi l’istallazione di telecamere per la videosorveglianza, strumenti utili per assicurare alla giustizia i responsabili di atti criminali e controllare efficacemente il territorio.”

“Nella tragedia per l’omicidio di Andrea Nollino – dice l’Assessore alle Politiche Sociali, Luisa Marro – non bisogna, adesso, dimenticare il dolore e le esigenze della famiglia che ha perso la sua guida morale ed economica. Per questo abbiamo chiesto al Prefetto che le misure di sostegno, previste per le vittime innocenti della criminalità, non siano un fatto sporadico ma costante.”

Domani, nel giorno previsto per i funerali, la Giunta municipale ha proclamato il lutto cittadino.

Share This Post

Post Comment