Luminarie natalizie

Al Presidente organismo responsabilità

Al Presidente collegio revisori

Al Dirigente V settore

A S.E. il prefetto di Napoli

 

Oggetto: luminarie natalizie

nota del 30/11/2010 prot.34792 riscontrata con nota del 06/12/2010 prot.35416

Si ritiene doveroso nel rispondere alla nota prot. 35416 del 06/12/2010 a cura delDirigente del V settore fare alcune preliminari precisazioni.In primis siamo in presenza di un Dirigente sprovvisto dei requisiti oggettivi esoggettivi per ricoprire l’incarico dirigenziale ed, allo stato, non risulta adottato ilprovvedimento di annullamento in autotutela per l’illegittima assunzione a tempodeterminato in violazione del c.6 dell’art.19 d.lgs.165/2001 così come modificato dald.lgs.150/2009.Nel contempo si sottolinea che già con la nota prot.40097 del 23/11/2009 il Sindacoveniva richiamato all’osservanza del d.lgs. 150/2009 per la nomina dei dirigenti a tempo determinato.Altra questione riguarda l’atto della determina che appartiene al singolo dirigente enon esiste nell’ordinamento degli enti locali la determinazione “plurima”.Non si parteciperà alla discussione “politica” con il Dirigente che dimostra di nonconoscere la storia della città di Casoria che già negli anni ottanta aveva l’albo deifornitori di beni e servizi, nè tantomeno merita attenzione quanto ricordato sul

Qualche riflessione va spesa per i richiami ai precedenti in materia di spesa per le luminarie al Comune di Casoria (anno 2009) che spinge a domandare subito ai destinatari di verificare se il dirigente, alla luce di quanto detto, ha provveduto, in ragione del suo ufficio, a relazionare agli organi competenti le illegalità riscontrate.Per quanto attiene invece le “deviazioni” evidenziate nella nota prot.34792 del 30/11/2010 il riscontro non è avvenuto in quanto non risulta verbalizzata l’indagine di mercato.La determina con cui è indetta la gara ed è assunto l’impegno di spesa risale al 25/10/2010, il visto di regolarità contabile risale al 02/11/2010 con una gara fissata per il 5/11/2010, mentre risulta che le ditte, in numero di sette, sono state invitate il 20/10/2010, ancor prima dell’assunzione della determina.

Alle domande di nuovo riportate non è stata data risposta nè tantomeno è stato chiarito l’invio delle raccomandate ed il loro esito. Il resto è aria fritta che non convince anzi impone nuovi accertamenti che lo scriventeha richiesto con nota prot.35677 del 7/12/2010 al Dirigente settore sicurezza e mobilità. Intanto risulta che il Comune si è fatto carico del pagamento del costo di illuminazione e non si capisce a che titolo.

Le domande precise meritavano risposte precise e non elucubrazioni che non giustificano il proprio operato.

Si insiste per l’accertamento di responsabilità dopo le verifiche documentali.

Distinti saluti

Prof. Fortunato Polizio

 

procedimento previsto dal d.lgs.163/2006 e dal regolamento comunale in materia diappalti e servizi.

Share This Post

Post Comment