L’amministrazione comunale incontra il Movimento di lotta per il lavoro – Casoria e l’Unione sindacale di base

Si è tenuto questa mattina, presso gli uffici di palazzo Cirillo, l’incontro tra  il responsabile sindacale di Casoria dell’ Unione Sindacale di Base Gennaro Laudiero, il responsabile del “Movimento di Lotta per il lavoro”.
Tommaso Loffredo e l’amministrazione comunale rappresentata dal sindaco Vincenzo Carfora, il vicesindaco Sergio D’Anna,  l’assessore all’ambiente Pasquale Tignola, l’assessore alle Attività produttive Tommaso Casillo. Sono stati portati all’attenzione della neonata amministrazione comunale, importanti progetti elaborati dai disoccupati in lotta e dall’Usb.

Tematiche sulle quali non vi è mai stata, da parte delle amministrazioni che nel corso degli anni si sono susseguite nel governo della città, attenzione. Il Movimento di lotta per il lavoro, congiuntamente all’Usb, sta portando avanti da circa un anno una vertenza generalizzata sulle opportunità di lavoro e sviluppo per il territorio a partire dal rilancio della Casoria ambiente (società che gestisce il prelievo e lo smaltimento dei rifiuti), attraverso un incremento del personale utile sia all’estensione della raccolta differenziata su tutto il territorio, sia alla gestione dell’isola ecologica che da qui a pochi mesi dovrebbe nascere in città. “Ciò – sostiene Laudiero –anche  in virtù dello svecchiamento naturale di alcune decine di lavoratori ambientali che dovranno essere sostituiti con nuove forze lavoro. Alta l’attenzione del movimento anche su: Piu Europa  e Cittadella del benessere della Menarini Group di Bologna.
Il Movimento di Lotta ha inoltre proposto all’amministrazione comunale e agli assessori presenti di vedere la fattibilità di un Centro di Riciclo della filiera della raccolta differenziata, prendendo esempio da quello già esistente a Vedelago, in provincia di Treviso. “Abbiamo avuto un incontro con la dirigente del centro di Vedelago, Carla Poli  – afferma Gennaro Laudiero – la quale ci ha illustrato e fatto vedere come viene trattata la differenziata della plastica con trattamento a freddo; abbiamo potuto assistere a come vengono differenziati  carta e  cartone. Abbiamo appreso, ad esempio , che con il granulato della plastica si crea sabbia sintetica- Gli utilizzi di questo prodotto – spiega – sono molteplici: dal semplice sostituto della sabbia nei calcestruzzi, ad aggregato alleggerente nelle malte cementizie e a legante per manufatti in cemento”. “Abbiamo chiesto all’amministrazione Carfora di creare sul nostro territorio un centro di raccolta che possa servire da volano per la tutela dell’ambiente e per lo sviluppo occupazionale, allontanando l’idea delle discariche e degli inceneritori”  ha proseguito Laudiero. Nei prossimi giorni l’ Usb e il Movimento di lotta si faranno promotori di un convegno in materia ambientale invitando esperti del settore e la stessa Carla Poli del centro di riciclo di Vedelago al fine di  creare anche  a Casoria un centro di filiera ecosostenibile. “Il nostro incontro  – conclude il rappresentante sindacale – è stato salutato dall’amministrazione come primo momento utile da mettere in campo seri ed urgenti provvedimenti che possano far decollare la nostra città in materia di occupazione. A tal  proposito  abbiamo chiesto la stipula di protocolli d’intesa con tutte le aziende che verranno ad investire sul nostro territorio, compresi Regione e Provincia L’amministrazione ha dato piena condivisione al piano comunale per il lavoro presentato dal movimento di lotta e l’ Usb, dichiarando la piena disponibilità a far fronte comune per risolvere le problematiche occupazionali e lo sviluppo a Casoria. L’amministrazione oltre ad assicurare che non ci saranno né clientele né raccomandazioni , si è detta pronta a lavorare sinergicamente con i responsabili del movimento e del sindacato rilanciare la parola “lavoro” a Casoria, parola che in questa città manca oramai da molto tempo”.

 

Share This Post

Post Comment