Il Sindaco Carfora risponde alle accuse

“L’opposizione non deve dire menzogne e diffondere chiacchiere da marciapiede” risponde il sindaco Vincenzo Carfora alle accuse di sperpero di denaro pubblico lanciate dall’opposizione di governo cittadino. Al centro della polemica, questa volta, è finita l’assunzione, da parte dell’ amministrazione comunale, di un addetto stampa  scelto non tra i dipendenti comunali, ma dall’esterno. Dalle fila  della minoranza, il consigliere comunale Massimo Iodice ha sostenuto che tale figura professionale sarebbe costata all’ente circa  40.000 euro l’anno e che non si è provveduto a verificare se tra i dipendenti comunali vi fosse qualcuno avente le caratteristiche adatte a ricoprire l’incarico senza quindi dover necessariamente ricorrere ad esterni.

La risposta di Carfora arriva rapida. Il sindaco immediatamente rigetta l’ accusa  e fornisce delucidazioni sulla questione sollevata dal centrodestra: “L’addetto stampa  non percepisce affatto 40.000 euro l’anno, ma  21.176,71 euro lordi l’anno. Ci sono gravi inesattezze nelle dichiarazioni lasciate dall’opposizione”  afferma Carfora che intanto invita opposizione e cittadini a non badare al “sentito dire”, ma a verificare i fatti concreti. “Tengo a precisare – va avanti il sindaco chiarendo ulteriormente la vicenda – che la precedente amministrazione aveva nel proprio staff un addetto stampa (che incassava la medesima retribuzione di quello attuale), ma in più – evidenzia Carfora – l’amministrazione Ferrara aveva anche un responsabile di ufficio e ben tre portavoce (tutti esterni) per un totale  di cinque dipendenti nello staff del sindaco. Tutte figure che comportavano per il comune un costo totale di 131.958,60 euro l’anno”. Vincenzo Carfora tiene anche a sottolineare che la sua amministrazione non ha fatto alcuno spreco di denaro, tutt’altro. Contrariamente a quanto sostenuto dalla minoranza, il sindaco afferma che c’è stata una corposa riduzione della spesa: “Mentre nella precedete amministrazione vi erano 5 esterni ad un costo di 131.958,60 euro l’anno, adesso ve ne è soltanto uno con un risparmio di 110.000 euro”. Conclude il primo cittadino: “Invito l’opposizione a concentrarsi su cose concrete e a partecipare al prossimo consiglio comunale. La minoranza, anziché andare dietro le chiacchiere, dovrebbe concentrarsi sui problemi seri che la città vive; interessarsi a questi e non ad altro”.

 

Share This Post

Post Comment