CONSIGLIO COMUNALE- SEGUI LA DIRETTA LIVE CON CASORIADUE.IT

LA SEDUTA ODIERNA DEL CONSIGLIO COMUNALE VIENE SCIOLTA ALLE 20.50

ore 20.47 L’emendamento non passa con 13 voti sfavorevoli e 3 contrari. Si passa alla votazione dell’ottavo capo che passa a maggioranza.

ore 20.40 La parola passa al Sindaco che chiede delucidazioni in merito all’emendamento proposto dal PD, sollevando dubbi sul punto degli immobili locati, ritenendoche un provvedimento in tal senso sarebbe di danno ai cittadini. Il primo cittadino propone quindi di portare la proposta in commissione. Il consigliere Laezza replica: “Nonostante le preoccupazioni del Sindaco, invito il Consiglio a valutare la proposta del PD perchè costituirebbe un segnale forte per i cittadini meno abbienti.” Il consigliere Balsamo si dice favorevole a discutere ed eventualmente modificare l’ultimo punto (immobili locati) dell’emendamento presentato.

ore 20.35 Ottavo capo all’o.d.g. “Determinazione aliquota IMU”. Prende la parola il consigliere Balsamo: “Anche su questo capo il PD propone un nuovo emendamento, sperando che trovi l’approvazione dei tecnici competenti. sistema di tariffazione di competenza comunale improntata a criterio di equità e tutela

delle fasce più deboli, in ambito della salvaguardia degli equilibri di bilancio. Con questa proposta si cerca di tassare chi ha una situazione reddituale più forte, salvaguardando coloro che versano in situazioni più sfavorevoli. La novità di questa proposta è di tassare al massimo livello gli immobili locati perchè sono quelli che generano reddito. “

 

ore 20.30 Si procede alla votazione dell’atto di indirizzo proposto dal PD. Il settimo capo all’o.d.g. passa con 13 voti favorevoli e 3 astenuti.

ore 20.28 Prende la parola il Consigliere Laezza: “Se la volontà espressa dal Sindaco è condivisa dall’intero Consiglio siamo disposti a trasformare l’emendamento in un atto di indirizzo anche per dare un segnale importante alla cittadinanza.” Il Sindaco si esprime favorevolmente rispetto all’atteggiamento dei membri del Pd.

 

ore 20.25 Il Sindaco chiede la parola: ” Chiedo al Consigliere Balsamo di soprassedere all’emendamento perchè, come egli stesso ha ammesso, è impossibile quantizzare l’ammontare esatto dei contribuenti soggetti ad agevolazione. L’Amministrazione ha tuttavia già promosso una riduzione della TARSU, chiedo quindi di rimandare l’emendamento presentare.

ORE 20.20 Galluccio: “Invito Balsamo di portare questo emendamento in Commissione Bilancio”.

ORE 20.1O Si passa alla votazione: con 13 voti favorevoli e 4 contrari il capo passa (con l’immediata esecutività). Si passa al capo 6: viene approvato, come la votazione precedente, con 13 voti favorevoli e 4 contrari.

Sul capo 7 “Mod. regolamento per applicazione TARSU” il consigliere Balsamo, in rappresentanza del Pd, propone al consiglio un emendamento, che prevede di aggiungere i commi:

“agevolazione TARSU per famiglie: – con un con figlio disoccupato di età inferiore a 30 anni.

–  con contribuenti monoreddito con figlio di età inferiore a 3 anni

–   con contribuenti monoreddito di età non superiore a 30 anni e titolare di un mutuo di acquisto prima casa”.

ORE 19.55 Salvatore Iodice: “Mi sembra scorretto che quando ogni qual volta si svolge un consiglio comunale c’è qualcuno pronto solo a fare demagogia, qualcuno che non si vuole confrontare realmente sui problemi della città e dei cittadini, ma pensa solo ad avere parlare con foga e in maniera reiterata per mandare il Presidente a casa. Pensiamo di far rispettare le regole e le procedure. E’ necessario che ogni consigliere si rivolga direttamente al presidente, senza mancargli di rispetto. Nel rispetto della democrazia dobbiamo andare avanti”.

Polizio: “E’ come sempre una goduria ascoltare gli interventi del consigliere S.Iodice, che ha la capacità di riuscire a confondere anche i miei pensieri. Io credo che i capi 5 – 6 siano allegati al Bilancio e quindi, da regolamento, andrebbero votati in una seduta ordinaria e non straordinaria quale è quella di oggi. Ribadisco e rispondo alle provocazioni del consigliere Galluccio, e sottolineo ancora una volta che oggi sono io il rappresentante dell?udc in consiglio, dal momento che il mio partito ha sospeso il consigliere Capano dopo che ha votato, insieme alla maggioranza, in maniera favorevole per il bilancio”.

ORE 19.20 Il collegio dei revisori esprime parere non favorevole all’emendamento del Pd, e ciò viene spiegato ai consiglieri dal Dirigente del Settore Ragioneria, Dott. Setaro. Si passa alla votazione dell’emendamento.Con 13 voti contrari ed 8 favorevoli, l’emendamento non viene accettato. Si passa al 4° capo all’odg. L’Udc abbandona l’aula. Il consigliere Balsamo dichiara che anche il Pd abbandona l’aula e chiede di verificare la presenza del numero legale. Con 11 assenti e 14 presenti la seduta è ritenuta valida.  Il riequilibrio di bilancio  passa all’unanimità. Passa anche l’unanimità l’immediata esecutività del capo. Rientrano i consiglieri Polizio, Balsamo, Laezza e Marigliano.

ORE 19.10 Prende la parola Colurcio: ” I problemi delle periferie sono reali come è reale la scarsa manutenzione, i problemi delle strade ecc… Quasi quasi invidiamo il fatto che a Casoria centro ci siano i soldi del Piu Europa. In quanto consigliere di periferie, esprimo il mio favore per l’emendamento proposto dal Pd, una cosa che però mi meraviglia è che in consiglio si parli di alcuni temi, seppur leciti, mentre non si dà invece importanza e seguito a eventi e situazioni delle periferie. Soltanto Massimo Iodice si è espresso ed ha espresso la sua solidarietà all’Assessore Marino per quanto da lui denunciato sulla questione della legalità, della delinquenza e della criminalità dilagante, soprattutto nelle periferie. Istituiamo una “Commissione per le periferie”, ma mettiamoci insieme e lavoriamo.”

ORE 19.00 Orsino Esposito: “Sposo con gioia la mozione del Pd che chiede maggiore attenzione alle periferie. Tuttavia mi preme chiedere se i consiglieri conoscono la situazione delle 400 famiglie casoriane che si sono viste sottrarre un servizio essenziale quale quello dello scuolabus.  Quando ho sollevato il problema, l’Assessore competente mi ha risposto che “gli scuolabus non sono affatto un diritto per i cittadini, ma solo una elargizione”. A me piacerebbe confrontarmi su questo ed altri temi importanti, anziche “spararci addosso” come abbiamo fatto oggi. Mi piacerebbe che qualcuno mi spiegasse perchè abbiamo preferito far venire Enzo Avitabile in concerto a Casoria piuttosto che occuparci dei problemi reali dei cittadini. Abbiamo avuto il consenso del popolo, non sprechiamolo. Per concludere esprimo il mio voto negativo al riequilibrio, per una questione di coerenza”.

ORE 18.45 Interviene Polizio: “Anticipo il voto favorevole alla proposta del Pd da parte mia e dell’Udc che rappresento qui oggi. In questa città le regole non si rispettano, come sempre purtroppo. Abbiamo già chiesto che questa amministrazione portasse in consiglio come atto principale il rendiconto 2011. Vero è che non sono stabiliti termini perentori, ma dovevamo approvare il rendiconto entro il 30 giugno. La necessità di avere un rendiconto è quella di dare anche un giudizi politico e amministrativo su quanto il Sindaco e l’amministrazione hanno fatto in questo anno. Per tale motivo il mio voto al riequilibrio è negativo.”

ORE 18.10 Monaco: “Il mio voto al riequilibrio è un SI, noi vogliamo che questa città sia governata da un buon Sindaco e da una buona amministrazione. Ritengo che il Sindaco non si dovrebbe far prendere per la cravatta, io sono pronto ad assumermi le mie responsabilità per ciò che dico e faccio. Da oggi in poi (e come ho sempre fatto) voterò di atto in atto secondo coscienza”. Interviene Balsamo: “La discussione sul riequilibrio può risultare fredda ed eccessivamente tecnico, io invece la reputo di estrema importanza non solo sotto l’aspetto tecnico, ma anche e soprattutto politico, perchè permette di fare delle valutazioni sullo stato di attuazione dei programmi definiti in sede di bilancio di previsione. Il Pd ha intenzione di proporre al Presidente un emendamento al riequilibrio, in cui si decide di destinare l’importo di circa un milione di euro di maggiore entrate anzichè al fondo di svalutazione crediti (già di per sè consistente), al 7° settore, quello dei LL.PP. (in particolare per la manutenzione delle fogne, delle strade ecc…)”.

ORE 18.05 Si passa al 4° capo all’odg. Prende la parola l’Assessore al Bilancio Valeria Esposito: “La proposta di salvaguardia dei riequilibri di bilancio è nata dalla necessità di ratificare i debiti fuori bilancio. Inoltre si è ritenuto un criterio prudenziale che ha ispirato il bilancio di previsione anche per quanto riguarda il riequilibrio dello stesso. Data la continua dinamicità delle manovre a livello nazionale si è mantenuto un criterio prudenziale anche per i trasferimenti statali (si è provveduto a stanziare una cifra per alimentare il fondo svalutazione crediti. Non ci sono modifiche al piano delle opere pubbliche. Per coprire le ulteriori spese non si è ritenuto opportuno toccare alcunchè dell’avanzo di amministrazione”.

 

ORE 17.30 Si procede, dopo i vari interventi, con le votazioni. Con 10 voti a favore di Esposito Orsino, 13 schede bianche ed 1 nulla, la votazione non va a buon fine. Si procede con la seconda votazione: “1 voto per Massimo Iodice, 11 voti per Orsino Esposito, 12 schede bianche”. La votazione viene rinviata (tra 10 gg.).

ORE 17.20 Balsamo: La scelta del presidente dovrebbe essere motivata anche da una serie di motivazioni politiche che il Sindaco dovrebbe fornire ai consiglieri.Noi invece non conosciamo nemmeno le ragioni politiche che hanno indotto il Sindaco a cambiare la Giunta e a fornire questo o quel nome per la Presidenza del Consiglio. La maggioranza tace, come al solito. I criteri con cui verrà votato il prossimo Presidente del Consiglio sono assolutamente antipolitici e di pura logica di spartizione. In questo consiglio si cosumerà una ennesima triste pagina di  non- politica”.

ORE 17.15 Polizio:” Dai rumors che ho sentito,  si può pensare che venga eletto come Presidente del Consiglio un candidato Sindaco della coalizione opposta, mandato a casa dalla sua stessa maggioranza? Chi state andando a votare? Si può avere una proposta concreta da questa maggioranza? Perchè non ci fate qualche nome che possa avere anche la nostra accettazione cosi toglieremo l’ingombro delle votazioni plurime. Questo è motivo di svilimento politico.” Il consigliere Monaco, dai banchi dell’opposizione, propone la candidatura di Orsino Esposito alla Presidenza del Consiglio.

ORE 17.00 Laezza: ” il Presidente f.f. ha il dovere di spiegare cosa è successo in aula,noi ci siamo limitati ad un intervento tecnico su un capo all’odg, e siamo stati minacciati e pressati dal pubblico. Ci aspettavamo la compresione e la solidarietà degli altri, nessuno invece ha avuto la sensibilità di stigmatizzare ciò che è successo. Sono state avanzate minacce personali ai consiglieri del Pd, la democrazia è stata messa sotto i piedi. Un consiglio comunale che opera sotto pressione e sotto ricatto non è un organismo libero. Ricordo inoltre che sul Presidente pende una incompatibilità che deve essere rimossa”. Interviene Del Prete: ” Sono arrivato da poco, ma da quanto ho sentito credo sia accaduto qualcosa di grave, che deve essere denunciato. Noi dell’opposizione siamo propensi ad agire nella denuncia dei fatti, sempre che non lo faccia tu come Presidente. Altrimenti saremmo costretti a denunciare te per omissione”. Segue Massimo Iodice: “Per riportare un po di rispetto in quest’aula, faccio gli auguri al consigliere Bene, all’assessore Lanzano e all’assessore Valeria Esposito. Questo consiglio sta perdendo vigore, con queste faide e questi concrasti, a perdere è sempre la buona politica. Mi preme sottolineare quanto accaduto sulla questione del Presidente del consiglio. Dobbiamo fare chiarezza su quanto è accaduto e quanto sta accadendo in questa maggioranza. Il ruolo del Presidente, appannaggio della maggioranza, è venuto a cadere. A noi fa piacere che il Pd sia oggi al fianco dell’opposizione, abbiamo sempre proposto di creare un “laboratorio politico” e per questo stiamo cercando di trovare una intesa. E’ giusto rimuovere l’incompatibilità con l’ausilio degli uffici competenti ed è giusto che il presidente presenti le sue dimissioni. Noi dobbiamo assumere un senso di responsabilità e non, invece, cercare per forza argomenti che vadano contro gli interessi dei cittadini. La gente non ci seguirà mai su argomenti quali le incompatibilità ecc…La gente aspetta e vuole altro. Dobbiamo riportare un senso di chiarezza in questa città, altrimenti i cittadini continueranno sempre a fare di tutta l’erba un fascio”.

ORE 16.55 Si riprende con l’appello dei consiglieri. Si passa al terzo capo all’odg: “Elezione del Presidente del consiglio comunale”. Nominati scrutatori i consglieri Cortese e Colurcio per la maggioranza, Orlando Esposito per l’opposizione.

ORE 16.40 Si procede con la proposta di rinvio del consiglio comunale. Inizia il caos tra il pubblico. La seduta viene sospesa per 15 minuti.

ORE 16.30 Galluccio: ” Quanto richiesto da Laezza non sta nè in cielo nè in terra, le procedure debbono essere portate avanti presso gli organi competenti”. Polizio: “La procedura di incompatibilità è attivata soltanto il consiglio comunale, cosi come cita il T.U.E.L. Chiedo che si proceda ora alla attestazione della contestazione e alle votazioni. E’ necessario seguire l’iter previsto, cosi votando la contestazione possiamo già da ora far salvo il funzionamento del consiglio”.

Marigliano: “La sovranità del consiglio comunale viene messa in discussione, chiediamo solo, in maniera legittima, che sia il consiglio ad esprimersi. Non capisco cosa c’è di tanto difficoltoso rispetto alle richieste fatte dal nostro Partito. Chiediamo solo l’applicazione del regolamento”.

ORE 16.20 Prende la parola il consigliere Petrone: ” Il Pd sta facendo solo demagogia e non vuole farci andare avanti nel governo della città. Verifichiamo le eventuali incompatibilità e proseguiamo”. Laezza: “Io faccio riferimento a quanto è previsto dal regolamento del consiglio comunale: vogliamo solo che il consiglio sia messo in condizione di svolgere il suo ruolo. La richiesta legittima del Pd è quella di sgombrare il campo dal fatt che qualsiasi atto prodotto da questo consiglio possa essere inficiato da qualche incompatibilità – di cui solo questa mattina siamo venuti a conoscenza-. Chiediamo solo che la giusta procedura sia rispettata. Capisco che  ciò che ha detto Petrone è stato dettato solo da incompetenza e scarsa professionalità sulla materia. Chiediamo quindi che il Presidente metta ai voti la questione: andare avanti con questa seduta o rinviarla. Chi decide di andare avanti se ne assume la responsabilità politica e giuridica”.

ORE 16.00 Inizia la discussione sul secondo punto all’o .d.g. “comunicazioni Presidente”: vengono valutate le cause di incompatiibilità di carica per il Presidente del Consiglio. Il Pd fa richiesta di rinvio del consiglio comunale – date le eventuali cause di incompatibilità a carico del Presidente Cerbone.

ORE 15.30 Con la verifica della presenza del numero legale, la seduta è dichiarata valida e ha inizio. Viene effettuata la surroga per il consigliere comunale Raffaele Bene (che ora siede nei banchi della maggiroanza) viene sancita la nomina dell’Assessore Antonio Lanzano.

 

 

Convocata per oggi e domani, alle ore 15.30 presso la sede consiliare di piazza Cirillo, una seduta di Consiglio comunale.
Questi gli argomenti all’ordine del giorno sono
1) Subentro consigliere R. Bene
2) Comunicazioni presidente
3) Elezione presidente del Consiglio Comunale
4) Salvaguardia riequilibri di bilancio
5) Ricognizione immobili di proprietà comunale suscettibili di alienazione e/o valorizzazione
6) Approvazione regolamento IMU
7) Mod. regolamento per applicazione Tassa Rifiuti solidi urbani
8) Determinazione aliquota IMU.

Share This Post

Post Comment