Comunicato stampa in risposta all’intervista dell’Ass. Fucito apparsa su IlMattino di oggi 25 ottobre 2013

In merito alle dichiarazioni dell‚assessore al patrimonio Alessandro Fucito, pubblicate sul “Il Mattino” di oggi, mi sembra ingiusto il tentativo, da parte sua, di sminuire il mio lavoro relativo ai fitti passivi, in cui evidenzio scandalosi sprechi perpetuati dal comune da molti anni. L’assessore nella Sua intervista etichetta il mio modus operandi come l’incredibile metodo Troncone . Incredibile, mi chiedo, va inteso come straordinario, eccezionale o, piuttosto, non credibile, inverosimile? Nel secondo caso, mi pare uno scivolone, da parte sua, in quanto le mie affermazioni sono documentate e niente affatto inaccettabili sul piano del giudizio! Se poi il metodo è straordinario, è stato usato solo al fine di esercitare le mie prerogative di consigliere comunale, ossia di indirizzo e controllo

sulle attività politico amministrative, prerogative sempre più difficili da esercitare. Inoltre, Fucito continua, affermando che “Troncone ha preso un elenco… così è facile”, ma mi pare quasi offensivo non riconoscere che non è stato semplicemente “preso un elenco”, ma sono state effettuate 108 valutazioni immobiliari, con un impegno notevole da parte mia e senza, ahimè, l’aiuto di alcun ufficio comunale. Sono stati necessari decine di sopralluoghi, come sa bene qualsiasi persona competente della materia, al fine di constatare personalmente la situazione, per poi procedere con le  valutazioni immobiliari fatte attraverso la comparazione con i valori dell‚ Agenzia delle Entrate. In fine, la nota più dolente, in merito alla decisione di rendere pubblici questi dossier. Dico subito, all’assessore, che con il mio metodo “eccezionale” spero solo di aumentare le possibilità di avere una risposta, dal momento che le interrogazioni inviate  in questa mia prima fase di consiliatura ai vari assessori  spesso non hanno  avuto nessun esito. Basta ricordare l‚interrogazione fatta lo scorso maggio, secondo metodi tradizionali, in cui chiedevo chiarimenti  sulle valutazioni fatte dalla Romeo immobiliare e, nonostante i miei solleciti, non ho avuto alcuna notizia. Ancora nell‚intervista in questione, l’assessore rivendica poi un diritto di priorità , a favore del Suo partito, sostenendo che la vicenda del fitto sproporzionato della sede della municipalità di Poggioreale è stata “tirata fuori dal gruppo della federazione della sinistra già tempo fa”. A questo punto, mi chiedo, se  sapeva “già tempo fa”, perchè non ha preso i giusti provvedimenti? E perchè tirare in ballo i lavori di ripristino, non ancora terminati, per dire che ciò ci impedisce di chiedere la risoluzione anticipata di un contratto,  incredibilmente a noi sfavorevole?. Ricordo che c‚è un ordine del giorno votato dal consiglio comunale, dove si chiedeva nel caso non  fosse possibile dismettere in tempi brevi i fitti passivi, di rinegoziare i canoni di fitto a noi sfavorevoli, e anche se quest‚ ordine del giorno non è stato votato dalla federazione della sinistra non vedo perchè non si debba procedere alla messa in atto di una volontà dell‚intero consiglio comunale. Le accuse più feroci che vengono rivolte  a questa amministrazione sono  quelle di fare annunci, senza far seguire i fatti. Speriamo che gli annunci dell’assessore, a cui auguro buon lavoro,  smentiscano finalmente queste “voci”.

 

 

Consigliere Comunale

Arch. Gaetano Troncone

339-3339077

www.gaetanotroncone.blogspot.it

Share This Post

Post Comment