Casoria, svolta per il Cantariello: arriva il finanziamento per la bonifica. Lunedi’ 22 Aprile conferenza stampa del Comune

E’ arrivato il caldo, e con lui la preoccupazione dei residenti e dei lavoratori della zona del Cantariello che i rifiuti sepolti nell’ex discarica riprendano a ‘fumare’ per combustione spontanea. Ma fortunatamente arriva oggi per i cittadini una buona notizia o, se non altro, una nuova e più concreta speranza. Un altro importante passo è stato fatto in direzione della bonifica dell’area del Cantariello a Casoria, al confine con Afragola. Il sito, a ridosso di Ikea e Le Roy Merlin, nel 2001 è stato trasformato in una discarica, dove in seguito si sono continuati a sversare illegalmente rifiuti di ogni genere, tra cui scarti industriali. Dopo le proteste dei cittadini che abitano e lavorano in zona e l’interessamento di Comune e Regione, la scorsa estate l’Arpac ha avviato la caratterizzazione dei rifiuti e la Commissione Bonifiche regionale ha effettuato dei sopralluoghi. Sembrava poi che tutto si fosse nuovamente arenato; ma oggi il lungo iter burocratico volge finalmente al termine. E’ stata firmata ieri presso l’Unità Tecnica Amministrativa del Dipartimento Protezione Civile – Presidenza del Consiglio dei Ministri la convenzione con la quale l’organismo s’impegna con il Comune di Casoria al finanziamento di un milione e quattrocentomila euro per lo svuotamento del sito.

“C’è stata nei mesi scorsi un’attività intensa, ma anche volutamente silente – spiega l’assessore comunale all’Ambiente Pasquale Tignola – per non alimentare false speranze nei cittadini. Fondamentale è stato l’impulso del Comune, ma è grazie alla sinergia che si è creata con la Regione e i comitati cittadini che siamo riusciti ad ottenere questo risultato, che per adesso è solo sul piano documentale e che tuttavia è di importanza primaria”. Il Comune, che ora ha una copertura finanziaria, può infatti avviare le procedure di gara per l’affidamento dell’incarico di svuotamento del sito ad un’impresa del settore. “E’ già stato inviato il capitolato d’appalto alla stazione unica appaltante”, continua Tignola. “In base all’accordo siglato, lo svuotamento dell’area sarà effettuato entro il prossimo 31 dicembre. Non mi sento di indicare una data precisa, ma posso dire con certezza che questa sarà l’ultima estate in cui esisterà il problema del Cantariello”. L’amministrazione comunale ha organizzato per lunedì 22 aprile alle ore 11.00, nella sala consiliare del palazzo di piazza Cirillo, una conferenza stampa aperta a tutta la cittadinanza, in cui saranno illustrate in dettaglio le azioni già intraprese e quelle che saranno avviate nelle prossime settimane. All’incontro interverranno, oltre all’assessore Tignola e al sindaco Carfora, Lucio Iavarone del “Comitato no discariche a nord di Napoli” e Don Maurizio Patriciello, il parroco di Caivano impegnato sul fronte della lotta ai roghi tossici.

Share This Post

Post Comment