Carfora: “Mai ordinato di sospendere la commissione Trasparenza”

Il Sindaco di Casoria, Enzo Carfora, lette le note stampa relative all’odierna riunione della Commissione consiliare di “Controllo, garanzia e trasparenza” chiarisce quanto segue:

“Nella nota che ho indirizzato al Presidente del Consiglio Comunale non ho affatto ordinato di sospendere le attività della Commissione, ho invece invitato quest’ultimo a verificare sulla base di quale regolamento la Commissione stesse svolgendo le proprie attività, ritenendo infatti che non esiste allo stato attuale una normativa che chiarisca i compiti della Commissione in questione, la quale, sindacando ogni singolo atto dei Dirigenti stava esulando la materia di propria competenza e, nelle more, di provvedere affinché ne venisse disciplinato il funzionamento.”

“Sulla base del quadro normativo attualmente vigente il Consiglio Comunale, organo di controllo politico-amministrativo, è chiamato ad individuare e suggerire le linee da seguire nell’ambito delle funzioni comunali stabilite dalla Legge. Esso assolve anche il compito di verificare il corretto esercizio da parte di Sindaco e Giunta delle linee di indirizzo politico promosse nel programma elettorale e formalizzate nelle Linee Programmatiche del proprio mandato. Questo tipo di controllo è esercitato dal Consiglio Comunale nel suo complesso ma può essere delegato alla Commissione Controllo, Garanzia e Trasparenza sulla base di un apposito regolamento. Questo è il compito che usualmente viene attribuito a questo tipo di commissioni. Un controllo sui singoli atti dei dirigenti esula da quanto sopra descritto e si sostanzia in una indagine amministrativa che non compete alla Commissione suddetta.”

“Stupisce l’atteggiamento del Presidente del Consiglio Comunale che avrebbe dovuto preliminarmente rapportarsi al Sindaco, responsabile dell’unità dell’azione amministrativa. Invece ciò non solo non è avvenuto ma il Presidente ha partecipato alla riunione della Commissione affermando, mi piacerebbe sapere sulla base di cosa, che il Sindaco non avrebbe dovuto esprimersi sulla vicenda, dimostrando altresì di non essere organo super partes ma comportandosi da inter pares tra i consiglieri comunali. A chi mi accusa di non garantire la legalità rispondo che in questi pochi mesi di sindacatura non ho fatto altro che garantire e stabilire la legalità, molte volte non rispettata in passato.”

Per chiarezza ne il Sindaco Carfora, ne gli Assessori Casillo e Tignola, ne tantomeno il Segretario Comunale Ferrara stanno sfuggendo al confronto. Per pura coincidenza tutti è tre sono allettati dall’influenza stagionale.  Inoltre non c’è stato alcun invito scritto ma solo una comunicazione verbale di voler partecipare.

Share This Post

Post Comment